Diario di Vito

Nelle pietre, allora

07.08.2013 12:45
“Nelle pietre, allora, nelle perle, nelle resine, nei legni, stanno compresse figure che spesso nemmeno incontrammo ma avremmo voluto... E, senza nemmeno saperlo, le lasciamo oscillare, pendenti, queste figure sotto le nostre orecchie, sotto il nostro collo, dai polsi... o le fermiamo intorno a un...

Canto e guardo

07.08.2013 12:43
“Canto e guardo il pubblico, guardo il pubblico e canto... So che ognuna, ognuno, vorrebbe essere la sola, il solo, che guardo... Quando non ti importa niente di nessuno, ricordi qualcosa di ognuno, qualcosa che si solidifica come una piccola pietra ma anche come una perla... E da sempre l'umanità...

Si immedesimano

07.08.2013 12:38
“Si immedesimano, le signore e i signori… Non che ascoltino, no, lo spero per loro… No, non è che ascoltino… diventano... diventano, tutti, la canzone… gli si rizzano i peli e i pori segreti... sulle areole spunta un coro... e tutto può succedere… esaltazioni e tristezze… In ogni verso cantato c’è...

Si fa un po' di musica

07.08.2013 12:37
“Si fa un po' di musica giusto per coprire lo scroscio dell’acqua… La mia voce si muove come un tubo senza mani per ortensie: belle annaffiature sul liscio e sul rugoso, sulle fronde e sopra il piede… La canzone è giardinaggio tra arborescenze sedute e belle carni floreali, invasate nelle...

Il sedile del pianista

07.08.2013 12:36
“Il sedile del pianista gira come un rubinetto… Lo è… sono segreti... e questo è svelato… ‘Dietro la musica c’è tutta un’acqua pestata, l’acqua cade derelitta, frantumata, rotta, il pianto delle pietre e dei sassi... una grandine di lacrime crivella ogni forma di cuore che la natura inumana, più di...

Le perdite d'acqua?

07.08.2013 12:35
“Le perdite d'acqua? Se non siete idraulici, non la fermate, la goccia, no, non la fermate. Il pubblico sta sotto la goccia, come quando si dice sotto schiaffo, sotto tortura: il mio canto... la goccia, la goccia, la goccia… Il cantante e il suo gruppo si muovono come la chiave inglese intorno al...

Le note sono gocce

07.08.2013 12:34
“Le note sono gocce ossessive, le ascoltiamo aspettando la fine, che nella musica – vuoi con guaiti sguaiati, vuoi con flebili ultimi fiati, vuoi con le rullate di un crollo – arriva sempre. La musica promette la fine della fuga, la fine della goccia, la fine della perdita (di tempo, anche), e...
<< 1 | 2 | 3 | 4 | 5