A sé

Scrivere poesie è un insieme

14.01.2017 20:11
“Scrivere poesie è un insieme  di umiltà e presunzione, la stessa miscela compressa nei buchi neri, lo stesso innesco che fa nascere una stella Insomma, capisci che sei niente (solo un essere umano)  se non sei qualcosa (e da questa, che è la prima, tutto si riduce  e procede lungo...

Vito tra sé

06.03.2016 01:09
L’entusiasmo infantile, questo entusiasmo infantile del dire. Come se ti facessero domande, e tu devi rispondere. Ti figuri un interrogatorio, anche un’inquisizione. L’inquisizione è affascinante. Chi storce la bocca, chi? Chi poi legge romanzi, racconti, e guarda film nei quali il fatto accadde....

Su quarta di copertina di un libro qualsiasi

15.01.2016 19:01
1959 A piazza di Spagna, seduti sulla scalinata, tutti sono di una generazione successiva; poi precedente, qualche strada più in là. Molti sono gli stessi che, facendo due passi, non sanno quello che fanno, chi sono, dove vanno, da dove vengono (da Piazza di Spagna), chi imitano, da chi saranno...

Su foglio volante

15.01.2016 19:00
... mentre canto davanti ai tavoli spesso  passeggio, invece, in mezzo al tabacco,  le piante, le foglie come cosce grasse, "è da lì che viene il tuo bel distacco" mi dice il signor Brecht, cliente mio, quando, poi, fumiamo, fuori, e io gli dico "l'ho visto crescere, signore, il...

Promemoria su strappo testata "Momento Sera"

15.01.2016 18:56
1958 ... le sue mani sanno di varechina,  sono limpide, forti, decise, lei è bionda come la varechina, il suo viso ha l'ovale del fiasco, gli occhi il colore del vetro, sempre del fiasco, ha lineamenti  finissimi e sottili come la varechina annusata, la bocca del colore delle dita...

Promemoria su un foglietto

15.01.2016 18:53
... il modo in cui dice, lasciando sospeso nell'aria  e senza le ali il discorso che le saliva dal cuore e che adesso, dopo la pausa, cadrà... il modo in cui dice "mannaggia..." e quasi piange sbattendo, come le palpebre, le labbra senza dire altro per un po', e la saliva le lacrima in...

Tutte le forme

27.08.2013 19:56
Tutte le forme e gli elementi architettonici noi li conteniamo,  anche le strutture portanti e le portate, anche, per dire, pilastri e piattabande, archi, pennacchi e anche il cucchiaio e tutte le posate, e l'arco rampante che, appunto, mangia in testa al contrafforte... E non c'è nessuna...

O giovinezza

20.08.2013 12:33
O giovinezza, proterva, scontrosa, insolente, insomma bella nella solitaria arroganza di ogni tua goduta e muta mancanza di rispetto (comunicarla già ti pareva un cedimento, una tenerezza, quasi a carezzare la schifezza), sazia e mai sazia di ogni tuo disprezzo, perché sei serva adesso di questa...