Vito parlò

Non ti ci mettere col sole

14.01.2017 20:05
Non ti ci mettere col sole, non sarai mai così incandescente, Non ti ci mettere con la luna, mai la supererai in aridità e freddezza Non ti ci mettere col cielo, non sarà mai così aperta la tua solitudine Puoi metterti un po’ sul mare ma mai col mare, con la sua capacità di sopportare...
1 | 2 | 3 | 4 | 5 >>

Diario di Vito

Decollavamo spesso

29.12.2017 00:58
Decollavamo spesso, a bordo di un aereo leggero leggero di tela e legno, dal balcone. L’aereo oscillava sulla ringhiera, col muso nel vuoto e con l’elica sul muso da cane che fiuta una nuvola cangiante di storni. Noi spingevamo il nostro peso in avanti come su un’altalena squilibrata, e l’aereo...
1 | 2 | 3 | 4 | 5 >>

Frasi di Vito

Non lo sanno

14.01.2017 20:16
Non lo sanno che sono dove non c'è traccia di me

Cosa voglio?

13.03.2016 22:36
Cosa voglio? Perché? Non s’è capito cosa voglio? Nient’altro che questo: gli applausi.    

Tavoli di Vito

Formiche rosse, farfalle nere

01.08.2017 18:43
Questo mi disse Malaparte quando sedetti al suo tavolo dopo aver cantato in quel locale etiopico:   «Sono un sorvegliato speciale, non sono un giornalista, sono uno scrittore, sono stato condannato, dal Tribunale Speciale per la Difesa dello Stato, alla galera e al confino, ho sparlato di...
1 | 2 | 3 | 4 | 5 >>

Vito cantò

Quando canto creo una nebbia

21.08.2017 12:45
Quando canto creo una nebbia, anche colorata, ma nemmeno nebbia: polveri di tanti colori che si muovono come mandrie, come cortei, come squadre di rugby, tante in campo, tutte  assieme, anche in mischia, come processioni dorate, argentate e piene di candele, come certe uscite...
1 | 2 | 3 | 4 | 5 >>

A sé

Scrivere poesie è un insieme

14.01.2017 20:11
“Scrivere poesie è un insieme  di umiltà e presunzione, la stessa miscela compressa nei buchi neri, lo stesso innesco che fa nascere una stella Insomma, capisci che sei niente (solo un essere umano)  se non sei qualcosa (e da questa, che è la prima, tutto si riduce  e procede lungo...
1 | 2 | 3 | 4 | 5 >>

Serate di Vito

… Canto ossia come una belva punto

14.01.2017 20:08
… Canto ossia come una belva punto la preda più potente della mandria,  più veloce di me in bellezza, dal fisico di eccezionale  costituzione metafisica, inarrivabile perché arriva sola là dove la raggiungo con l’inganno perché conosco la scorciatoia (anch’essa  di buon taglio...
Oggetti: 1 - 1 di 2
1 | 2 >>

Lettere di Vito

Amalfi, Maggio 1956

05.05.2017 20:08
Amalfi, Maggio 1956   Cara Brigida, mi scrivi, mi esorti: ‘scrivi sennò io che leggo?’. Ecco, vorrei invece evitarlo.  Scriverei pensando a te come lettrice. Ma allora è meglio che continuiamo a scriverci lettere, senza avere altri occhi addosso. Sai, vorrei mantenere un privilegio,...
1 | 2 | 3 | 4 >>